Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Questo sito consente i cookie di terze parti (legati alla presenza dei “social plugin”).
Cliccando su “OK ” si acconsente all'uso dei cookie. Cliccando su "Info" si legge l'informativa completa.

Bultei

Comune di Bultei Comune di Bultei
Via IV novembre, 07010 Bultei (SS)
Tel 079.795708 - Fax 079.795852
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comune.bultei.ss.it

 

 Il centro abitato si adagia in una valletta concava. Si distende a destra e a sinistra di un affluente del fiume Tirso, Rio Tortu, che si forma, proprio a ridosso del paese, dalla confluenza del Rio Espedrunele, che nasce e prende il nome dall'Altopiano, che sovrasta Bultei e dal Rio Istecheri, che sgorga dalla cima del Monte Masiennera ( m.1157). A 80 chilometri da Sassari, confina con il Nuorese. La popolazione, conta intorno ai 1.350 abitanti. Dal 1960 ha subito un forte decremento sia a causa della persistente emigrazione che per la contrazione delle nascite.

Ambiente e Territorio

 Comprende una delle località più note e famose dell'isola dal punto di vista forestale e paesaggistico: "Sa Fraigada” e “Fiorentini", gestita dall' Ente Foreste della Sardegna, che è considerata la "regina" delle sue aziende. L'area termale è localizzata in agro di Benetutti e di Bultei, si estende in gran parte ( per il 65%)in territorio di Bultei ove sono posti: "su anzu de sos mazzones", "su anzu e sos nervios ", "su anzu e sa gutta ", "su anzu de sas dentes" ed altri di non minore importanza, rinomati nell'antichità e nella tradizione curativa locale.
 
Storia

 La sua origine si perde nel silenzio della storia. Si presume che i primi insediamenti siano iniziati nel periodo medioevale. Sembra probabile, però, che il rione di "Oriatta" e il rione di “Su Enu” possano vantare origini più remote. E' certo che, nel periodo imperiale, il territorio contasse diversi insediamenti, individuati in regione Santa Vittoria e Santa Giulia, a valle dell'attuale centro abitato. Nel periodo giudicale, lo troviamo inserito nella contea del Goceano e più precisamente nella Curatoria di Anela. In alcuni documenti appare come "Gulsei". Più tardi si trasforma in Bultei, come è accaduto per Bortiocoro, che si chiamava Gulciocor e per Bottidda, che si chiamava Gocille. Appare certa l'esistenza di un centro abitato chiamato Bulterina, posto in prossimità dell'attuale Benetutti. Appare verosimile che, alla sua scomparsa, una parte della popolazione si sia spostata, per ragioni ignote, in altro sito più salubre e che, in ricordo di Bulterina, abbia voluto chiamare il nuovo centro abitato col nome di Bultei.