Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Questo sito consente i cookie di terze parti (legati alla presenza dei “social plugin”).
Cliccando su “OK ” si acconsente all'uso dei cookie. Cliccando su "Info" si legge l'informativa completa.

Esporlatu

Comune di Esporlatu Comune di Esporlatu
P.zza Dante, 07010 Esporlatu (SS)
Tel 079.793538 - Fax 079.793784
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comune.esporlatu.ss.it

 

 

 Costruito sotto il colle dominato dal castello di Burgos, Esporlatu sorge nelle vicinanze di quello che fu uno dei più antichi e forse più importanti centri del Goceano, lo scomparso villaggio di Bortiocoro che, dopo la decadenza di Anela, fu capoluogo della curatoria per essere poi distrutto (o abbandonato) in tarda età aragonese.

Ambiente e Territorio
 
 Il territorio tutto intorno era abitato, del resto, già dai tempi preistorici. Ne sono una testimonianza i resti dei nuraghi (tra gli altri quelli di Erismanzanu, su Tione, Fuschiosa, Orrios, Sos Canales, Acchilezzi). Il rio Molinu, che attraversa il suo territorio, rende fertile soprattutto la zona verso la pianura, dove si producono pregiate qualità di verdure e di frutta. La chiesa parrocchiale è dedicata a San Gavino: a pochi passi dall’abitato, nelle campagne, esistono ancora due chiesette rurali.

Storia
 
 Esporlatu seguì la sorte degli altri centri del Goceano: entrato a far parte della contea del Goceano, quando questa fu formata sotto l’Arborea, nel 1339,divenne feudo regio con gli Aragonesi, e tale rimase, sotto gli Spagnoli e i Piemontesi, sino all’abolizione del feudalesimo, nel 1839.